Viaggio in Germania - Le città e regioni più belle
Viaggio in Germania - Vacanze in Germania

La biblioteca di Anna Amalia a Weimar

Tutte le città e regioni della Germania Germania - poltica e società Come sono i tedeschi? La lingua tedesca Vivere e lavorare in Germania La letteratura tedesca La cultura tedesca La musica tedesca La storia della Germania
Condividere su Facebook Condividere su Twitter
Condividere su Facebook Condividere su Twitter


La duchessa Anna Amalia
foto: Nightflyer
La duchessa Anna Amalia di Sassonia-Weimar-Eisenach (1739-1807) fu una donna straordinaria. Nel 1756 la sedicenne principessa sposò il duca Ernesto Augusto Costantino e dopo la prematura morte di quest'ultimo - morì già a 21 anni - Anna Amalia assunse a 19 anni la reggenza del ducato, in nome di suo figlio Carlo Augusto, che aveva solo 2 anni, fino alla sua maggiore età, cioè per ben 16 anni.

Come reggente Amalia dovette combattere contro l'inerzia dei consiglieri e dei nobili terrieri. Ella iniziò le riforme del sistema giudiziario, delle forze di controllo dell'ordine sociale e del sistema educativo, che tuttavia rimasero incomplete.

Quando suo figlio Carlo Augusto, con il raggiungimento della maggiore età, assunse i pieni poteri nel ducato Anna Amalia divenne un'importante mecenate della corte di Weimar promuovendo le scienze e le belle arti. I suoi interessi riguardavano soprattutto il disegno, le lingue straniere (imparò l'inglese, l'italiano ed il greco), la letteratura, la musica e il teatro. Inoltre amava viaggiare, trascorse gli anni dal 1788 al 1790 a Roma e a Napoli. La sua casa nel Wittumspalais (nel Theaterplatz) divenne il centro della vita letteraria e sociale di Weimar. Dal 1808 al 1848 si riunì lì anche la loggia massonica Amalia.
La sala rococò della biblioteca della duchessa Anna Amalia
foto: NoRud
Già dal 1691 esisteva a Weimar una biblioteca della corte che negli anni della reggenza di Anna Amalia e poi di suo figlio Carlo Augusto fu notevolmente ampliata e arricchita. Un grande contributo alla crescente fama di questa bellissima biblioteca (nella foto sopra la sala rococò) lo fornì anche Goethe che ne fu il direttore per 35 anni. Nel 1991 la biblioteca fu rinominata Herzogin-Anna-Amalia-Bibliothek (biblioteca della duchessa Anna Amalia), in onore della grande promotrice delle belle arti. Oggi la biblioteca raccoglie circa 1.000.000 volumi, di cui 13.000 sul tema del "Faust", una collezione Shakespeare di 10.000 volumi, molti libri rari e numerosi manoscritti unici.
Riviste di viaggi e geografia a prezzi scontati
Riviste di viaggi e geografia a prezzi scontati
Riviste di viaggi e geografia a prezzi scontati
Ma negli ultimi decenni del '900, a causa di una scarsa e inadeguata manutenzione, questa biblioteca stava accumulando dei gravi problemi: l'impianto elettrico non era aggiornato, la climatizzazione non era sufficiente e in molte parti della biblioteca c'erano problemi di umidità. Urgeva un restauro completo dell'intero edificio. I primi interventi erano già iniziati, ma ci volevano somme enormi di denaro e i lavori stavano avanzando solo lentamente.
L'incendio nella notte del 2 settembre 2004
L'incendio nella notte del 2 settembre 2004
foto:
Enrico Herzel
La sera del 2 settembre 2004 successe una catastrofe: fu proprio un difetto dell'impianto elettrico che provocò un disastroso incendio nella biblioteca. Nonostante l'immediato arrivo dei vigili del fuoco e l'aiuto di più di 900 persone che, ancora nella notte dell'incendio e nei giorni successivi, aiutarono a portare fuori dalla biblioteca circa 28.000 libri e manoscritti, il danno fu devastante. Circa 50.000 volumi e manoscritti andarono irrimediabilmente persi, 62.000 furono gravemente danneggiati, non solo dal fuoco, ma anche dall'acqua e dalla schiuma utilizzate per spegnere l'incendio. Il danno sul patrimonio di libri e manoscritti è stato stimato in 67 milioni di Euro.
Libri danneggiati dal fuoco
Libri danneggiati dal fuoco
foto: Wikim
edia Commons
Dopo l'incendio sono arrivati aiuti da tutto il mondo per ricostruire l'edificio e ripristinare il più possibile il patrimonio di libri. La ricostruzione dell'edificio che è costato 12,8 milioni di Euro, è stata terminata già nell'estate del 2007. Finora si è riuscito a restaurare decine di migliaia di libri e manoscritti, ma ci vogliono ancora tanti soldi e, nonostante molte donazioni e ri-acquisti di libri bruciati, molte opere uniche non potranno mai essere sostituite.
L'edificio della biblioteca oggi, dopo il restauro
L'edificio della biblioteca oggi, dopo il restauro
foto:
Colin Smith

Weimar - servizi di prenotazione:

Weimar - informazioni turistiche
Weimar -
informazioni turistiche

Weimar - tutti i luoghi del patrimonio culturale dell'UNESCO:

Clicca sulle miniature
per ingrandirle e per leggere le descrizioni!

Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar  Weimar
Il Wittumspalais - la casa di Johann Wolfgang Goethe - la casa estiva di Goethe - la Römisches Haus - la casa di Friedrich Schiller - il museo di Friedrich Nietzsche - la casa di Johann Gottfried Herder - la Herderkirche - il castello della città - la casa di Lucas Cranach - la casa di Franz Liszt - la casa di Johann Sebastian Bach - l'università del Bauhaus

Potrebbero interessarti anche:

Guide della Germania
Guide
Germania
Guide di Monaco e della Baviera
Guide
Baviera
Guide di Berlino
Guide
Berlino
Guide di Berlino
Carte stradali
Germania

La geografia della Germania
Geografia
della
Germania
Il codice stradale tedesco
Il codice
stradale
tedesco
La Germania in bicicletta
Germania
in
bicicletta
Nomi geografici: tedesco -italiano
Nomi
geografici
ted-ita

Scrivi un commento...
Finora non ci sono dei commenti.


© 2021 Wolfgang Pruscha

Contatto - copyright - privacy