Viaggio in Germania - Le città e regioni più belle

Il monte Brocken nel mondo delle saghe tedesche


Sulla cima del Brocken:
al centro la torre delle telecomunicazioni e l'albergo del Brocken con una piattaforma panoramica,
a destra il "Brockenhaus" un centro di spionaggio della ex-DDR, trasformato in un museo,
la foto è stata ripresa dalla stazione meteorologica del Brocken.
foto: Wusel007

Il Brocken - una montagna inospitale

Il Brocken è la montagna più alta dello Harz e di tutta la Germania settentrionale. In realtà è alta solo 1.141 m, ma le condizioni atmosferiche in cima sono estreme e assomigliano più a quelle alpine a 1.600-2.200 m di altezza oppure a quelle dell'Islanda. Per circa 4 mesi il Brocken è coperto dalla neve, per tutto l'anno è colpito da forti venti e la temperatura media nei mesi estivi è tra 6 e 14 gradi. Un'altra caratteristica del tempo intorno al Brocken è la pioggia e soprattutto la nebbia che avvolge la cima in modo più o meno fitto quasi sempre, durante il 1958 addirittura per 330 giorni.

Nonostante queste condizioni non proprio ospitali, il Brocken è una delle mete turistische più amate e frequentate della Germania settentrionale, anche perché i paesaggi dello Harz che circondano il Brocken hanno un fascino unico. Infatti, il Brocken fa parte di uno dei più grandi parchi nazionali della Germania: il "Nationalpark Harz". Un milione di visitatori salgono ogni anno sulla cima del Brocken, arrivando lì o a piedi su uno dei sentieri - attenzione: non sono molto facili! - o con la Brockenbahn, la ferrovia a scartamento ridotto, che è tra quelle più panoramiche della Germania (vedi a proposito questa pagina). In tutto il parco nazionale si contano addirittura quattro milioni di turisti all'anno e chiunque ci è già stato comprende il fascino che questi paesaggi esercitano sui visitatori.
I paesaggi dello Harz  I paesaggi dello Harz
I paesaggi dello Harz  I paesaggi dello Harz
I paesaggi dello Harz
foto: ArtMechanic, Andreas Tille, Hejkal, Sönke Kraft

Il Brocken, i fantasmi e le streghe

Sarà per le condizioni atmosferiche poco invitanti, sarà per il fatto che la cima della montagna emerge in maniera maestosa e ben visibile dal paesaggio circostante, sarà per il fatto che il Brocken si trova in una zona scarsamente abitata: questa montagna, in passato, ha sempre incusso timori e ha messo soggezione a chiunque si avvicinasse. L'ognipresente nebbia ha fatto vedere ai viandanti del passato ogni tipo di fantasma, e già in una poesia del 1300 il Brocken fu descritto come luogo di incontro di "Geisterwesen" (esseri fantastici). Persino Goethe che salì tre volte sulla cima di questa montagna (Goethe fu, tra l'altro, tra i primi che intrapresero la salita in inverno, nel 1777) non riuscì a liberarsi dalla soggezione che poi elaborò in maniera maestrale prima nella poesia "Harzreise im Winter" (Viaggio d'inverno nello Harz) e poi nel Faust (vedi sotto).

Non c'è da meravigliarsi che nel periodo delle persecuzioni delle "streghe", tra il 1500 e il 1700, il Brocken sia diventato subito il luogo predestinato dove si tenevano gli incontri tra streghe e diavoli. La presunta partecipazione a tali riunioni fu una delle accuse classiche nei numerosi processi contro le donne accusate di essere streghe, che quasi sempre finirono con la condanna a morte di queste povere donne. "Hexensabbat" furono chiamati questi incontri, descritti come orge durante le quali succedevano incantesimi e oscenità e di ogni genere. La parola "Sabbat" indica il giorno in cui gli ebrei, dopo una settimana di lavoro, dovevano riposare e questa accomunanza tra ebrei e streghe non è affatto casuale: furono spesso accusati degli stessi "reati" e spesso fecero la stessa fine violenta (vedi a proposito: Da dove viene l'odio contro gli ebrei?). Come riunione annuale di tutte le streghe fu individuata la notte tra il 30 aprile e il 1 maggio, la cosiddetta "Walpurginacht" (notte di Valpurga), una notte che doveva far paura a tutti bravi cristiani.
 

Tre raffigurazioni storiche di uno "Hexensabbat" sul monte Brocken:
sopra: Johannes Praetorius (1688), Francisco Goya (1797)
sotto: Michael Herr (1650)

La "Walpurgisnacht" di Goethe

Una scena del Faust (parte I) di Johann Wolfgang Goethe è chiamata "Walpurgisnacht". In quella scena Mefistofele porta Faust sul Brocken per assistere a un ballo delle streghe. Da questa festa Faust spera di capire qualcosa di più sulla natura del Male, ma Mefistofele riesce a distrarre Faust con un ballo lascivo con una strega che diventa per Faust una "esperienza di passione". Prima di scrivere questa parte del Faust Goethe si era ben documentato su tutti gli aspetti delle dicerie popolari sugli "Hexensabbat" e inserisce in questa scena molti elementi che ne facevano parte.
  
Sulla cima del Brocken si trovano:
pietra commemorativa di Heinrich Heine - Pietra commemorativa di Johann Wolfgang Gooethe
foto: Doris Antony - BrThomas

La "Harzreise" di Heine

Nel 1824 il ventiseienne Heinrich Heine, all'epoca ancora studente universitario, fa un viaggio attraverso lo Harz che dura quattro settimane durante il quale incontra molti personaggi noti dell'epoca, visita molte città e fa anche un'escursione sul monte Brocken. Nel 1826 pubblica il diario di questo viaggio, con il titolo "Harzreise" (Viaggio nello Harz) che, pur esendo una delle prime pubblicazioni del poeta, contiene già molti elementi dello stile ironico-romantico che lo avrebbe reso famoso.

Oggi, esiste un "Heinrich-Heine-Weg" (sentiero Heinrich Heine) che, per una lunghezza totale di 26 km, parte da Ilseburg, arriva sulla cima del Brocken e ritorna a Ilseburg (andata 12 km, ritorno 14 km). Si può fare in una giornata, ma non è molto facile: tra il punto di partenza e il Brocken c'è una differenza in altezza di 800 m, con pendenze fino a 15 gradi. Da considerare è anche il fatto che la differenza di temperatura tra Ilseburg e il Brocken è di circa 10 gradi. La segnaletica lungo il sentiero è perfetta.

Una descrizione del percorso si trova qui: wwww.ausflugsziele-harz.de (in lingua tedesca).

Vedi anche:

Dove soggiornare nell0 Harz?

Com'è il tempo nello Harz?

WetterOnline
Nordhausen
WetterOnline
Quedlinburg
WetterOnline
Drei Annen Hohne

Commenta questa pagina:

Finora non ci sono commenti ...

Scopri tutte le mete turistiche più belle:

Consigli:

Iscriviti gratuitamente alla newsletter:

Tutti i capitoli di www.viaggio-in-germania.de:

Tutte le città e regioni della Germania  Tutti i servizi per il vostro viaggio in Germania  Società, politica ed economia  Come sono i tedeschi?  Vivere e lavorare in Germania
Lingua tedesca  Letteratura tedesca  Arte, cultura, filosofia, scienza  Cinema tedesca  Musica tedesca  Storia della Germania  Germania-Shop

Copyright, privacy, contatto