Viaggio in Germania - Letteratura e cultura tedesca

Carl Spitzweg

Carl Spitzweg (1808-1885) fu un pittore tedesco di stile Biedermeier che descrisse nei suoi quadri, con finezza e ironia, la vita quotidiana della piccola borghesia tedesca dell'800.
Carl Spitzweg
Autoritratto di Carl Spitzweg (ca. 1840-42)

Breve biografia

Carl Spitzweg nacque il 5 febbraio 1808, secondo di tre figli di una ricca famiglia dell'alta borghesia di Unterpfaffenhofen, un piccolo paese vicino a Monaco di Baviera.

Sebbene già da giovane avesse mostrato talento artistico, obbedì alla volontà del padre e iniziò, nel 1823, un apprendistato presso la farmacia di corte di Monaco. Dopo aver lavorato in una farmacia di Schwabing frequentò l'Università di Monaco, dove si laureò brillantemente nel 1832.

Sebbene con questa laurea fosse abilitato alla professione di farmacista, decise già nel 1833 di abbandonarla (aveva 25 anni), per dedicarsi interamente alla sua passione: la pittura. Nel frattempo i suoi genitori erano morti, ma grazie a una ricca eredità Carl Spitzweg non ebbe mai problemi economici.

Viaggi in Dalmazia, a Venezia, Parigi, Londra e Anversa gli servirono ad imparare da mestri stranieri e a sviluppare un suo stile pittorico.

Dal 1844 collaborò al giornale "Fliegende Blätter", per il quale disegnò moltissime vignette umoristiche. Carl Spitzweg morì il 23 settembre 1885 a Monaco di Baviera, all'età di 77 anni, per un colpo apoplettico.
Carl Spitzweg
"Il povero poeta" (1839): il più famoso quadro di Carl Spitzweg

Le sue opere:

Carl Spitzweg lasciò 1.500 opere, tra disegni e quadri. Durante la vita ebbe un discreto successo: riuscì a vendere circa 400 dipinti. Il vero successo arrivò invece più tardi: dopo la seconda guerra mondiale Carl Spitzweg divenne uno dei pittori più amati del secolo precedente e la sua popolarità è tutt'ora molto alta.

Spitzweg fu autodidatta, non frequentò mai una scuola di pittura. La sua formazione da farmacista gli fu molto utile perché gli fornì le conoscenze chimiche necessarie per la produzione, l'uso e la conservazione dei colori.

Inizialmente Spitzweg fu molto legato alla maniera del Biedermeier, in seguito riuscì a sviluppare uno stile personale, avvicinandosi a quello dell'impressionismo francese.

Al centro dei suoi dipinti sono spesso le persone nel loro caratteristico ambiente piccolo-borghese di cui Spitzweg descrisse, con ironia, finezza e con ricchezza di dettagli la vita quotidiana e le piccole debolezze umane. Ma dipinse anche grandi paesaggi e panorami montani, per lo più sereni e luminosi.

Piccola galleria dei quadri di Carl Spitzweg:

Clicca sulle miniature per ingrandirle e per leggere le descrizioni dei quadri:

Carl Spitzweg Carl Spitzweg Carl Spitzweg Carl Spitzweg
Carl Spitzweg Carl Spitzweg Carl Spitzweg

Libri:


Spitzweg
di Lisa Schirmer
91 pag.
(in lingua tedesca)
Clicca qui per saperne di più

Carl Spitzweg:
Besuche im glücklichen Winkel
di Joachim Nagel, 127 pag.
(in lingua tedesca)
Clicca qui per saperne di più

Vedi anche:

Iscriviti gratuitamente alla newsletter:

Tutti i capitoli di www.viaggio-in-germania.de:

Traduzioni professionali



Copyright, privacy, contatto
Copyright, privacy, contatto