Viaggio in Germania - La cultura tedesca
Viaggio in Germania - Le città e regioni più belle

Albrecht Dürer - incisioni ed acquerelli

Tutte le città e regioni della Germania Germania - poltica e società Come sono i tedeschi? La lingua tedesca Vivere e lavorare in Germania La letteratura tedesca La cultura tedesca La musica tedesca La storia della Germania
Condividere su Facebook Condividere su Twitter
Condividere su Facebook Condividere su Twitter


Le incisioni di Dürer:

All'inizio della sua carriera artistica Dürer divenne famoso soprattutto come incisore, infatti portò l'arte dell'incisione a livelli mai raggiunti prima e lasciò ca. 350 incisioni e xilografie. Queste tecniche permisero una diffusione molto ampia delle sue opere. Grazia alla perfetta padronanza del bulino riuscì a realizzare dei capolavori sia sul piano tecnico che di quello della composizione fantasiosa e misteriosa.

In questa pagina ci sono le tre incisioni più celebri di Dürer, note come "Meisterstiche" (incisioni da maestro). 
"Il cavaliere, la morte e il diavolo" incisione di Dürer (1513)
"Il cavaliere, la morte e il diavolo" (1513)
Sotheby's, Londra
fonte:
Wikimedia Commons

Seguendo un'idea di Erasmo da Rotterdam Dürer rappresentò in questa incisione un monumentale cavaliere cristiano che procede tranquillamente ignorando la minaccia della morte (con la clessidra in mano) e il diavolo che si avvicina da dietro tenendo in mano una picca. I dettagli naturalistici mostrano la perfetta padronanza di Dürer per quanto riguarda le incisioni. Dall'effetto di prospettiva aerea nella lontana città sul picco, schiarita per effetto della foschia, ai vivaci ritratti del cane da caccia, della salamandra e della boscaglia.
"San Girolamo nella cella" incisione di Dürer (1514)
"San Girolamo nella cella" (1514)
Kupferstich-Kabinett, Dresda
fonte:
Wikimedia Comons

Il santo San Girolamo, prototipo dello studioso umanista, è rappresentato in fondo alla sua cella, illuminata a sinistra da ampie vetrate. In primo piano si vede il fedele leone e un cagnolino. Immancabile è anche il cappello cardinalizio, in questo caso appeso alla parete. Tra i numerosi riferimenti simbolici, spicca il teschio poggiato sul sedile a sinistra, un memento mori.
"Melancholia I" incisione di Dürer (1500)
"Melencolia" (1500)
Georgium, Dessau
fonte:
Wikimedia Commons

Il personaggio principale della scena è la figura allegorica alata che simboleggia la malinconia, umore resa percepibile dal volto scuro della ragazza. Nella scena compaiono molti strumenti, simboli e animali, in parte legati all'alchimia, la cui interpretazione porta anche a richiami alla biografia spirituale dell'artista. L'opera è densa di riferimenti esoterici, tra cui il quadrato magico (in alto a destra) ed è una delle incisioni più famose in assoluto.

Gli acquerelli di Dürer:

Gli acquerelli di Dürer sono tra le prime immagini dell'arte europea interamente dedicate alla natura e al paesaggio. Molti di questi acquerelli non erano ideati come opere d'arte indipendenti: erano materiali di studio da rielaborare e inserire nei dipinti e nelle incisioni. Dimostrano comunque una ammirevole precisione nella riproduzione dei dettagli e in alcuni casi anche una sperimentazione con i colori che danno ad alcuni acquerelli un aspetto quasi "moderno" e comunque artisticamente più libero dalle convenzioni e più avvanzato rispetto agli altri pittori europei, p.e. nel caso di "Lago circondato da alberi di pino".
"Lago circondato da alberi di pino", acquerello di Dürer (1496)
"Lago circondato da alberi di pino" (1496):
British Museum, Londra
fonte:
Wikimedia Commons

Questo è uno degli acquerelli eseguiti da Dürer dopo il primo soggiorno in Italia. È evidente la particolare attenzione che l'artista rivolge al gioco dei colori. Un acquerello sorprendentemente moderno.
"Il leprotto" acquerello di Dürer (1502)
"Il leprotto" (1502)
Albertina, Vienna
fonte:
Wikimedia Commons

Nonostante il gran numero di ritratti che dipinge, Dürer non perde mai di vista la natura che riproduce con una meticolosità enciclopedica. Un particolare impressionante che in questa riproduzione però difficilmente si riesce a cogliere bene: nell'occhio destro del leprotto si rispecchia la stanza in cui si trova (vedi sotto)!

"Il leprotto" acquerello di Dürer (1502)
"La grande zolla d'erba" acquerello di Dürer (1503)
"La grande zolla d'erba" (1503)
Albertina, Vienna
fonte:
Wikimedia Commons

È questo il più famoso studio di piante di Dürer: l'acuta precisione del disegno fa assumere dimensioni gigantesche agli esili fili d'erba.
"Ala di uccellino" acquerello di Dürer (1512)
"Ala di un uccellino" (1512)
Albertina, Vienna
fonte:
Wikimedia Commons

Gli acquerelli di natura formano una collezione autonoma nella produzione artistica del pittore. In alcuni casi Dürer si concentra sull'aspetto degli animali, dei fiori, delle erbe; in altri, come qui, riproduce i colori, con risultati straordinari.

Altri capolavori di Dürer:

Cliccate sulle miniature per ingradirle
e per leggere le descrizioni:
I ritratti di Dürer  I ritratti di Dürer  I ritratti di Dürer  I ritratti di Dürer  I ritratti di Dürer  Gli autoritratti di Dürer  Gli autoritratti di Dürer  Gli autoritratti di Dürer  Gli autoritratti di Dürer  Gli autoritratti di Dürer
Ritratti e autoritratti

Vita e opere di Albrecht Dürer:

Per approfondire:

Dürer - art e dossier
Dürer
Art e
dossier
Vita e opera di Albrecht Dürer
Vita e opera
di Albrecht
Dürer
Dürer: L'opera incisoria
Dürer
L'opera
incisoria
Albrecht Dürer e Venezia
Albrecht
Dürer
e Venezia
Storia dell'arte - in tasca
Storia
dell'arte
La storia dell'arte. Istruzioni per l'uso.
Storia
dell'arte
Fotografia - La storia completa
Storia della
fotografia
Introduzione alla storia del cinema
Storia del
cinema

Arte, cultura, cinema, filosofia, scienza
Tutte le altre pagine su
arte, cultura, filosofia e scienza
Scrivi un commento...
Finora non ci sono commenti


© 2021 Wolfgang Pruscha

Contatto - copyright - privacy