Viaggio in Germania - La lingua tedesca
Viaggio in Germania - La lingua tedesca

Studiare il tedesco da autodidatta?

Tutte le città e regioni della Germania Germania - poltica e società Come sono i tedeschi? La lingua tedesca Vivere e lavorare in Germania La letteratura tedesca La cultura tedesca La musica tedesca La storia della Germania
Condividere su Facebook Condividere su Twitter
Condividere su Facebook Condividere su Twitter


Studiare!

Per dirlo subito: sì, è possibile, ma...

Il sottoscritto ha imparato l'italiano da autodidatta, senza mai fare un corso. Ma sento spesso l'obiezione che il tedesco è più difficile dell'italiano. Questo è indubbiamente vero e infatti: molti di quelli che iniziano a studiare il tedesco da autodidatta abbandonano dopo un po' di tempo. Quindi, è possibile imparare il tedesco in questo modo?

Sì, è possibile. Ma bisogna sapere bene cosa significa, per non perdere tempo (e soldi - perché anche lo studio da autodidatta ha un costo!), bisogna avere i mezzi giusti e seguire un metodo adatto. Bisogna soprattutto avere pazienza e una forte motivazione. Senza avere tutte queste cose si fallisce.

Bisogna avere una motivazione forte:

È più difficile studiare da autodidatta rispetto allo studio frequentando un corso e quindi la motivazione deve essere forte. Non c'è nessuno che vi controlla, nessuno che vi incita ed è più facile cedere davanti alle difficoltà che inevitabilmente nascono. Se cominciate da zero sappiate che ci metterete almeno 2 anni per imparalo bene. È un periodo lungo, e se vi sembra troppo, è meglio non cominciare!

Bisogna avere un metodo giusto:

Questo modo di studiare può funzionare solo se avete un metodo. Bisogna fare un piano e seguire questo piano il più possibile. Dovete stabilire quante ore alla settimana studiate, se una settimana non riuscite a rispettare le ore stabilite dovete recuperare la settimana successiva. Ogni 3-4 settimane dovete rendervi conto: che cosa so dire adesso che prima non sapevo, quanti vocaboli e quali strutture grammaticali ho imparato?
La rivista inglese 'SpeakUp'

Bisogna avere i mezzi giusti:

Bisogna sfruttare tutti i mezzi possibili: libri di insegnamento, dizionari, materiali audio e video, giornali e riviste tedesche. Avete un'antenna satellitare per ricevere programmi televisivi in lingua tedesca? Se no, compratevela, non costa tanto! Usate i corsi multimediali che si possono comprare in libreria o online. Corsi di tedesco online gratuiti sono utili, ma non bastano. Chi non vuole spendere soldi per lo studio da autodidatta fallirà di sicuro.

Cercate di conoscere tedeschi per poter conversare, cercate scambi di e-mail con persone di madrelingua tedesca. Se abitate in una città universitaria ci sono sicuramente studenti tedeschi o austriaci che vi possono aiutare. Fate scambi di lezioni: lezioni di italiano contro lezioni di tedesco. Navigate in internet tra siti tedeschi! Fate viaggi (anche brevi) in Germania per conoscere il paese e la gente.

Bisogna avere pazienza:

Il tedesco non si impara in 30 giorni e nemmeno in un anno: dovete avere molta pazienza. Questo, del resto, vale per ogni lingua straniera, anche per quelle ritenute "più semplici". Ma i vostri sforzi saranno più che ripagati se cominciate a capire e a parlare.

Quindi...

Se avete la possibilità di fare un corso di gruppo, fatelo. È senz'altro più divertente dello studio da soli. Se no, buttatevi nell'avventura dello studio da autodidatta! Ma fatelo con le idee chiare. In ogni caso vi auguro: Buono studio!


Tanti consigli pratici per lo studio:

Potrebbero interessarti anche:

Corsi di tedesco, eserciziari, grammatiche
Corsi di tedesco
eserciziari,
grammatiche
Dizionari tedesco-italiano, italiano-tedesco
Dizionari
tedesco-italiano
italiano-tedesco
Letture facili in lingua tedesca
Letture facili
in lingua tedesca
da A1 a B1
Libri in lingua tedesca - classici
Libri
in lingua tedesca
- testi classici -


Altre risorse utili:

Tutte le altre pagine sulla lingua tedesca
Tutte le altre pagine
sulla lingua tedesca
Scrivi un commento...
Finora non ci sono commenti


Copyright, privacy, contatto, cookies