La storia della Germania

Ludwig II - re di Baviera

 
Due ritratti di Ludwig:
A sinistra aveva 20 anni, era alto 1,93 m, e fu ritenuto uno degli uomini più belli della Baviera.
A destra aveva 40 anni (nell'anno della morte), era ingrassato e imbruttito
dall'abuso di alcool, cibi e farmaci.
fonte: Wikipedia

Breve biografia di Ludwig II:

  • 25 agosto 1845 - Ludwig nasce nel castello Nymphenburg a Monaco di Baviera, come primo di due figli maschi del principe Maximilian della casa reale bavarese dei Wittelsbach e della principessa Marie Friderike, proveniente dalla casa reale prussiana degli Hohenzollern. Passa l'infanzia e l'adolescenza nel castello Hohenschwangau.
  • 10 marzo 1864 - dopo l'improvvisa e prematura morte del padre, Ludwig diventa re della Baviera, a 18 anni
  • dal 1866 - Ludwig si ritira sempre di più dalla politica e si rifugia fuori Monaco nelle ville e nei castelli della famiglia reale, più tardi nei castelli che fece costruire lui stesso
  • gennaio - ottobre 1867 - fidanzamento con la duchessa Sophie che Ludwig rompe un mese prima del previsto matrimonio
  • 1870/71 - la Baviera aderisce alla guerra della Prussia contro la Francia, più per costrizione che per volontà. Ludwig, che odia la guerra e non si fida della Prussia, firma, ciò nonostante, una lettera in cui si dichiara d'accordo che il re della Prussia, dopo la guerra, diventi "imperatore della Germania", rinunciando così all'indipendenza della Baviera. In cambio Bismarck gli dà, segretamente, ingenti somme di denaro che a Ludwig servono per finanziare la costruzione di sempre nuovi castelli
  • 1874 - durante una processione religiosa a Monaco Ludwig si fa vedere per l'ultima volta in pubblico
  • 10 giugno 1886 - Ludwig viene ufficialmente dichiarato pazzo dal governo e incapace di esercitare i suoi poteri governativi. Con il suo stile di vita eccentrico e dispendioso  Ludwig è diventato sempre più imbarazzante per il governo e così, i veri motivi per questo atto sono più politici che medici
  • 13 giugno 1886 - dopo il forzato trasferimento al piccolo castello Berg sul lago di Starnberg, Ludwig muore annegato, in condizioni mai chiarite completamente, probabilmente da suicida. Il suo cadavere viene ritrovato, insieme a quello del suo medico e accompagnatore, nel lago di Starnberg, poco distante dalla riva.
Abbonamento annuale Image Banner 300 x 250

Chi era Ludwig II di Baviera?

Ludwig II, re della Baviera e amico e mecenate del compositore Richard Wagner, era più un sognatore che un re. Detestava la politica e invece di occuparsi degli affari dello stato preferiva spendere tutto quello che aveva - e anche quello che non aveva - per la realizzazione dei suoi sogni, cioè per la costruzione di sempre nuovi castelli. Non ne aveva ancora terminato uno, che già cominciava la costruzione del successivo castello. Era amato dal popolo - anche se lui non amava molto la gente, preferiva la solitudine - ma era disprezzato in tutti gli ambienti politici, diplomatici ed economici. Alla fine della sua breve e infelice vita, fu dichiarato pazzo da una commissione di medici incaricata dal governo stesso e della casa reale della Baviera.

La sua "pazzia" è tutt'oggi argomento di discussioni accese, la sua vita sregolata è stata spiegata da numerosi punti di vista, è stata accusata e difesa. Ma soprattutto intorno alla sua morte (è annegato, molto probabilmente da suicida, nel lago di Starnberg) si sono create numerose teorie: dall'incidente casuale fino all'assassinio ordinato dallo stato, ce n'è per tutti i gusti.

Insomma, c'è tutto il necessario per trasformare un personaggio difficile e scontroso in una leggenda. Ludwig era omosessuale e si rifiutò di sposarsi, già questo lo metteva in un netto e insanabile contrasto con il suo ambiente. Ma Ludwig era, soprattutto, una figura tragicamente anacronistica che, in fondo, viveva nel secolo sbagliato. Le figure con cui si immedesimava spaziavano dai miti germanici fino a Luigi XIV, il "re sole" della Francia che visse due secoli prima. Ludwig soffriva molto della sua incapacità di ambientarsi nella realtà della seconda metà dell'ottocento, un'epoca in cui l'industrializzazione avanzava e i pensieri repubblicani e democratici si diffondevano sempre di più. Con la dispendiosa costruzione di questi castelli, con uno stile di vita sempre più sregolato, e con un appoggio veramente "reale" al suo amico Wagner, che sfruttava abilmente la debolezza di Ludwig nei suoi confronti, accumulò debiti giganteschi e divenne alla fine sempre più imbarazzante per la casa reale della Baviera.
Il castello Neuschwanstein d'inverno
Il castello Neuschwanstein d'inverno
foto: Bayern Tourismus Marketing

I castelli di Ludwig II:

Ludwig che voleva godersi i suoi castelli in beata solitudine soffrirebbe parecchio se vedesse i milioni di turisti che oggi, ogni anno, li visitano. E i visitatori di oggi stentano a credere che questi castelli siano stati costruiti appena centocinquant'anni fa, quando c'erano già le ferrovie, le fabbriche e quando nella vita politica esistevano già i primi partiti politici e dei parlamenti (quasi) democratici. Neuschwanstein sembra venuto fuori da una favola medievale, Herrenchiemsee è il risultato del tentativo di imitare e superare lo stile lussuoso di Versailles e Linderhof assomiglia a un giocattolo reale al di fuori di spazio e tempo. Sono tutti e tre bellissimi e se non li avete ancora visti è proprio il caso di andarci! Hohenschwangau invece è il castello dei genitori - ma vederlo è indispensabile per capire come mai Ludwig è diventato quello che era.
La croce che segna il punto nel lago di Starnberg dove è morto Ludwig II
Una croce segna il punto nel lago di Starnberg (vicino alla località Berg)
dove è stato trovato il cadavere del re suicida.
foto: Alexander Stohr

Il film "Ludwig" di Luchino Visconti:

Nel 1972, Luchino Visconti girò il film "Ludwig", che fa trasparire non solo una profonda conoscenza della storia e cultura della Germania dell'Ottocento, ma anche una notevole capacità di introspezione psicologica nel personaggio ritrattato. Il film "Ludwig" dura, nella versione integrale, quasi 4 ore. Ma chi si prende questo tempo potrà godersi uno splendido film con un ritratto del così detto "Re bavarese delle favole" che non ha uguali per quanto riguarda l'approfondimento psicologico e la veridicità storica - per quanto ci si può avvicinare alla verità nel caso di quel difficile e discusso re bavarese.
Ludwig, di Lucchino Visconti
Ludwig
di Lucchino Visconti
2 DVD, 228 min / 1 Blu-ray
Per ordinarlo come DVD
Per ordinarlo come Blu-ray
Luigi II di Baviera, un prigioniero di un sogno
Luigi II di Baviera,
un prigioniero di un sogno
di Jean Des Cars
240 pagine
Per ordinarlo
Berg. Indagine sulla morte di Ludwig II
Berg. Indagine sulla morte
di Ludwig II
di Maurilio Vittoria
53 pagine
Per ordinarlo

Le altre pagine sulla storia della Germania tra il 1815 e il 1918:

Vedi anche:

Commenta questa pagina:

Finora non ci sono commenti ...

Scopri tutte le altre pagine su:

Consiglio:

Iscriviti gratuitamente alla newsletter:

Tutti i capitoli di www.viaggio-in-germania.de:

Tutte le città e regioni della Germania  Tutti i servizi per il vostro viaggio in Germania  Società, politica ed economia  Come sono i tedeschi?  Vivere e lavorare in Germania
Lingua tedesca  Letteratura tedesca  Arte, cultura, filosofia, scienza  Cinema tedesca  Musica tedesca  Storia della Germania  Germania-Shop

Copyright, privacy, contatto