www.viaggio-in-germania.de

Viaggio in Germania - Musica tedesca

Die "Toten Hosen"

Georg Friedrich Händel

Johann Sebastian Bach

Wolfgang Amadeus Mozart

Ludwig van Beethoven

Richard Wagner

La musica nell'opera di Nietzsche

Il teatro di Brecht e la musica

La musica al tempo della Riforma

Lili Marleen

"Tokio Hotel"

Quando i Beatles cantavano in tedesco

Punk rock alla tedesca: Die Toten Hosen

Il German rock canta "Deutschland"

Die Toten Hosen erzählen ihre Geschichte

Die Toten Hosen erzählen ihre Geschichte

Home > Arte, cultura, musica, cinema, filosofia > Musica tedesca > Die Toten Hosen

Punk-Rock alla tedesca: ecco uno dei gruppi più ascoltati in Germania, da più di 15 anni! Pagina a cura di Daniele Vigato.

Quando andai in Germania, nel '98, parlai a certi miei amici dicendogli che la musica in Italia non era più quella che i nostri cari emigranti di un tempo portarono e da ciò nacque una vivace discussione che mi portò a fare uno scambio con alcuni ragazzi tedeschi: io avrei registrato qualcosa di non tipicamente italiano a loro e li feci ascoltare dei dischi dei Litfiba, di Ligabue, di Vasco Rossi e di altri rockettari, giusto per dimostrare che i vari "O sole mio" oppure "L'italiano vero" di Toto Cutugno erano robe dei nonni e loro mi fecero ascoltare questo gruppo di cui vi voglio parlare. Al primo ascolto mi parve di ascoltare gli AC-DC, in realtà mi resi conto che quella musica, unitamente ad i suoni di quella Lingua cosi forte e caratterizzante erano piacevoli ed estremamente espressivi.

Sto parlando dei DIE TOTEN HOSEN, il gruppo punk rock più famoso di tutta la Germania, anche se la definizione forse potrebbe apparire molto riduttiva dal momento che Campino (il biondissimo cantante di questo formidabile gruppo) e soci si sono dilettati anche in altri generi musicali. Loro sono di Düsseldorf, e del resto ne sono molto fieri visto che in diverse circostanze tendono a ricordarlo, e sono in voga ufficialmente in Germania dal '82 circa, anno in cui è uscito il loro primo Disco edito dalla EMI intitolato OPEL-GANG. La loro zona di provenienza secondo me influisce molto sulle loro canzoni, Sarà dovuto anche al fatto che, essendo la Ruhr una zona fortemente "operaia", loro stessi abbiano preso spunto da certe situazioni particolari, del resto certi riferimenti a motivi culturali di sinistra sono fin troppo evidenti (viva la Revolution).

Die Toten Hosen: Love, peace and money
Uno dei loro cd:
"Love, peace and money"

Il nome della band:
"I pantaloni morti"
è una espressione idiomatica
che sta per
"I falliti, i noiosi, quelli che non riescono a combinare nulla"

Sono dei burloni che alternano momenti di puro svago e sperimentalismo, a momenti riflessivi e toccanti... per poi riprendere a tratti qualche parte demenziale; lo sapete che hanno persino reinterpretato "Azzurro" di Celentano??

Eppure nonostante tutto rimangono profondamente Tedeschi, è bellissimo poter osservare e capire come loro vogliano descrivere il loro paese sotto un ottica nuova e far intendere come effettivamente le cose siano cambiate. Hanno descritto la Germania attraverso una loro canzone in modo stupendo (WILLKOMMEN IN DEUTSCHLAND) e nello stesso tempo hanno avuto qualche diverbio con il partito di estrema destra "Republikaner" dopo aver pubblicato un celebre brano che ridicolizzava certi atteggiamenti filonazisti tipici purtroppo di molta gente ancora: famosissimo il brano "SASHA... EIN AUFRECHTER DEUTSCHER".

Il testo e il video di: "Willkommen in Deutschland":
Il German rock canta "Deutschland"
Die Prinzen: "Deutschland" e Die Toten Hosen: "Willkommen in Deutschland" - due gruppi tedeschi molto diversi tra di loro cantano della Germania, del loro paese.
Qui i testi e i video.

A volte cambiano persino nome, infatti dai DIE TOTEN HOSEN, come sono soliti farsi chiamare, diventano in qualche occasione i DIE ROTEN ROSEN, ed è proprio in queste occasioni che i nostri eroi danno il massimo di se in fatto di sperimenti, burle, ed ossequi verso le tradizioni popolari; pensate che nel '98 sotto questo nome hanno pubblicato un album intitolato WIR WARTEN AUF CHRISTKIND nel quale vengono riproposti certi brani natalizi in chiave punk rock: pensate a STILLE NACHT ed immaginatela come abbiano potuto risuonarla, insieme ad altri brani come MERRY CRISTMAS, WAR IS OVER di John Lennon...

Prima vi dicevo che non si sono dilettati solo in musica punk, infatti se ascoltate certi album come NEVER MIND (nel quale è evidente il tributo che i DTH rendono ai SEX-PISTOLS, riproponendo una loro celebre copertina) vi rendete conto di come certe canzoni popolari prendano forma, del resto hanno inciso delle canzoni anche in Inglese, da ricordare infatti il disco LOVE, PEACE AND MONEY, nel quel vengono riproposti tra i più famosi brani scritti da loro, tradotti opportunamente e non solo: vi sono canzoni scritte direttamente in inglese ed alcune degne di nota.


Dopo l'uscita del loro Album
intitolato UNSTERBLICH i nostri amici hanno contribuito al film TOMB RAIDER, nel quale lavorano altri artisti di fama internazionale come gli U2.


Cosa direste
se vi dico che hanno persino dei fan club in Messico ed in Australia? Ebbene si, i DTH hanno tenuto dei concerti proprio nel nuovo continente e pare che abbiano lasciato un vivo ricordo.


Un concerto di "Die Toten Hosen" nel 2008 a Berlino
Foto: Wikipedia

Io mi auguro che anche in Italia prima o poi si facciano sentire, ma solamente se continuano a cantare in Tedesco! Forse è una pretesa eccessiva, ma preferisco un gruppo coerente, sincero ed in gamba come questo a qualsiasi altra forma di spazzatura commerciale scritta in pseudo-inglese.

Daniele Vigato
profvigato@gmail.com

Tutti i CD dei "Toten Hosen":

1983 - Opel-Gang
1984 - Unter falscher Flagge
1986 - Damenwahl
1987 - Never mind the Hosen - Here's Die Roten Rosen
1987 - Bis zum bitteren Ende
1988 - Ein kleines bisschen Horrorschau
1990 - Auf dem Kreuzzug ins Glück
1991 - Learning English, Lesson One
1993 - Kauf MICH!
1993 - Reich & Sexy
1994 - Love, Peace & Money
1996 - Opium fürs Volk
1996 - Im Auftrag des Herrn
1998 - Wir warten auf's Christkind
1999 - Crash Landing
1999 - Unsterblich
2002 - Auswärtsspiel
2002 - Reich & Sexy II (2 CD)
2004 - Zurück zum Glück
2005 - Nur zu Besuch: Unplugged Im Wiener Burgtheater
2008 - In aller Stille

Per comprarli:

Tutti i cd dei Tosen Hosen
(presso Amazon.de)

Vedi anche:

Tutte le pagine sulla musica tedesca
Da Bach, Mozart e Beethoven fino alla musica rock, pop e techno di oggi. [capitolo]

Iscrivetevi gratuitamente:

Per essere sempre aggiornati sulle novità!

Indici di tutte le pagine di questo sito:

Sulla Germania e i tedeschi

Sulla lingua tedesca

Sulla letteratura e cultura tedesca

Musica pop italiana
e internazionale


Deutsche und
internationale Popmusik


Klassische Musik


Musica, CD, vinili
su ebay


Traduzioni professionali


250 biglietti da visita - gratis


La libreria
di questo sito



La Germania in Facebook


Dello stesso webmaster sono:

Deutsches Italienportal - www.reise-nach-italien.de

Portale italiano sull'Austria - www.viaggio-in-austria.it