Viaggio in Germania - Come sono i tedeschi?

Italiani e tedeschi:
aspetti di comunicazione interculturale

Un libro per superare stereotipi e preconcetti, per riflettere sulla propria cultura
e i propri comportamenti. Un libro che mancava e che consiglio a tutti.

La presentazione ufficiale del libro:

Sulle due autrici:

"Italiani espansivi, creativi e ritardatari"; "tedeschi affidabili, organizzati e freddi": quanto influenzano gli stereotipi il nostro modo di vedere e giudicare gli altri?
Ecco un libro per fare da tramite fra la cultura italiana e quella tedesca, per aiutare ad accettare comportamenti ritenuti "diversi", capirne le vere intenzioni e diventare così più tolleranti. Un libro per superare stereotipi e preconcetti, sensibilizzando il lettore sui possibili motivi alla base degli stessi. Un Libro per riflettere sulla propria cultura e i propri comportamenti, per scoprire come questi vengano percepiti da un'altra prospettiva. Un libro per rivelare al lettore peculiarità dell'altra cultura che forse non aveva ancora notato e per dargli gli strumenti necessari ad una Lettura diversa di quello che già conosceva.
Non si suggerisce al lettore di cambiare comportamenti abituali, legati alla cultura di appartenenza, ma solo di prendere coscienza in modo da attuare, eventualmente, altre strategie per raggiungere comunque gli scopi prefissati.
Donatella Brogelli Hafer, Laureata a Roma in Lingue e Letterature straniere, vive e lavora stabilmente in Germania dal 1992. Docente di italiano presso l'Università di Erlangen-Norimberga, insegna anche comunicazione interculturale presso il Centro Linguistico dell'università, presso cui ha pubblicato il libro 'Vom Bild des Anderen'.

Gora Gengaroli-Bauer ha conseguito a Siena la laurea in Biologia e poi ha studiato Lettere moderne. Dal 1991 vive stabilmente in Germania. Ha insegnato italiano all'Università di Würzburg e di Erlangen. È consulente presso una ditta tedesca prevalentemente attiva in Italia. Nel 2006 ha pubblicato il libro 'Vom Bild des Anderen'.

La mia impressione personale:

Dal titolo del libro, scientificamente corretto ma poco attraente per un pubblico più vasto, dall'inserimento del libro nella collana "Scienze dell'educazione" e anche dalla sua copertina un po' spoglia ci si potrebbe aspettare un trattato teorico, forse affascinante per i ricercatori di scienze di comunicazione e per pochi altri.

Invece basta iniziare a leggere e si scopre subito che non è affatto così, che con il libro di Donatella Brogelli Hafer e Gora Gengaroli-Bauer, due italiane che da molti anni vivono in Germania, si ha a che fare con un testo veramente interessante, molto ricco di osservazioni acute e illuminanti sul comportamento quotidiano di tedeschi e italiani, sia nella vita privata che in quella professionale.

Si comincia con l'analisi della proverbiale puntualità dei tedeschi e si scopre che quello che, a questo proposito, rende diversi italiani e tedeschi non è una maggiore o minore serietà o affidabilità, ma che dietro c'è una diversa percezione del tempo che si può riscontrare praticamente in tutti gli ambiti della vita quotidiana.

Il libro continua con l'analisi della "percezione dello spazio". Il titolo è di nuovo piuttosto astratto, ma il contenuto è sorprendente: si parla, tra l'altro, di come tedeschi e italiani arredano le loro case, delle decorazioni, del concetto di "Gemütlichkeit", persino del ruolo delle candele e delle tende. Si parla di tanti piccoli aspetti della quotidianità che solo apparentemente sono poco rilevanti, ma che fanno capire differenze comportamentali importanti, differenze che il libro spiega molto bene e con moltissimi esempi concreti.

Altri argomenti del libro sono l'igiene, il rapporto tra la persona e lo stato, l'importanza delle relazioni familiari, l'alcool e di come tedeschi e italiani cercano di fare "bella figura".

Vengono analizzate a fondo sia la comunicazione verbale che quella non verbale, dai gesti alla comunicazione tramite abbigliamento, regali e status symbol. Si parla del ruolo delle gerarchie, dei titoli, dei complimenti.

Con un argomento come quello del libro il pericolo degli stereotipi è sempre in agguato e di questo si rendono conto anche le due autrici. Non valutano, spiegano. Quello che rende prezioso il libro è che, alla fine, si capiscono le varie origini delle differenze comportamentali tra tedeschi e italiani, presupposto per eliminare, o almeno ridurre, i problemi di comunicazione.

Chi scrive questa recensione è un tedesco che vive in Italia da più di 25 anni. Praticamente tutte le situazioni analizzate dalle due autrici le ho vissute anch'io e molto spesso mi è capitato, leggendo questo libro, di dire: "Sì, è proprio così!"

Con questa ricerca Donatella Brogelli Hafer e Gora Gengaroli-Bauer hanno fatto un gran bel lavoro. È un libro che mancava e che meriterebbe un posto nella libreria di tutti quelli che hanno a cuore i rapporti tra Germania e Italia. Concludo con una delle prime cose di cui mi sono accorto da quando vivo in Italia: Meglio si capisce un altro popolo, più si capisce anche il proprio, con tutti i pregi e difetti.

C'è 1 commento a questa pagina:

Claudia Lillini:
Grazie infinite per i commenti e per la scelta dei testi! Li ordino appena avrò finito di scrivere questo comment!
(03/02/2014)

Per comprare il libro:


Italiani e tedeschi -
Aspetti di comunicazione interculturale

di Donatella Brogelli-Hafer
e Cora Gengaroli-Bauer
205 pagine - Editore: Carocci
Clicca qui per ordinarlo

Altri libri su italiani e tedeschi:

Tra tedeschi e italiani
Libri per conoscerli meglio.

Vedi anche:

TedeschiTutte le pagine sui tedeschi
Giudizi e pregiudizi, tradizioni popolari, tedeschi e italiani, la cucina tedesca, lo sport e molto altro ancora. [capitolo]

Iscriviti gratuitamente alla newsletter:

Tutti i capitoli di www.viaggio-in-germania.de:



Copyright, privacy, contatto
Copyright, privacy, contatto