www.viaggio-in-germania.de

Viaggio in Germania - Politica, economia, società

Petra Reski: "Santa Mafia"
La mafia tra Palermo e la Germania

L'Italia vista dalla stampa tedesca

Chi governa la Germania?

Il federalismo

I mass-media

I lavoratori stranieri nel diritto tedesco

Gli stranieri in Germania

La mafia tra Palermo e la Germania

Le città tedesche sono sicure?

Vivere e lavorare in Germania e in Austria

Rappresentanze diplomatiche

Assistenza legale in Germania

Le targhe automobilistiche

I codici di avviamento postale

Tedeschi dell'est e dell'ovest

Germania. Guida illustrata. Mondadori

Mondadori:
Guida della Germania


Altre guide sulla Germania

Home > Società, politica, economia > La mafia tra Palermo e la Germania

Il libro "Santa Mafia" della giornalista tedesca Petra Reski descrive l'espansione della Mafia da Palermo a Duisburg, tra sangue, affari, politica e devozione.


Petra Reski

“La mafia non è un problema esclusivamente italiano né un affare di coppole
e di realtà arretrate del sud Italia, ma un problema europeo”.
Petra Reski

“Se andiamo avanti così in pochi anni la ’ndrangheta si mangia la Germania”.
Petra Reski

Duisburg (Germania), agosto 2007

Davanti al ristorante Da Bruno vengono ritrovati i cadaveri di sei uomini, tutti calabresi, crivellati da 70 proiettili. Sarà chiamata la Strage di Ferragosto: il primo segno evidente della penetrazione delle mafie italiane in Germania, della lenta ma inarrestabile colonizzazione portata avanti dai “cafoni” ormai da molti anni. Ed è proprio qui, nel cuore produttivo d’Europa, che la mafia ha da tempo indirizzato i propri traffici, non solo per farli fruttare ma soprattutto per “ripulirli”: alberghi, pizzerie, ristoranti di lusso ma anche conti correnti e finanziarie.

"Santa Mafia", l'ultimo libro di Petra Reski, da vent’anni corrispondente in Italia per la stampa tedesca, è un lungo viaggio di ritorno da Palermo a Duisburg. La ricostruzione di un mosaico di luoghi, persone e vicende che parte dalla Sicilia e sale seguendo le rotte della criminalità: Calabria, Campania, su fino al ricco nord-est. E poi ancora oltralpe, nella sua Germania, terra di elezione della mafia, dove la società civile e la classe politica non si sono ancora accorte della gravità della situazione e dove, per un mix tra ignavia, ingenuità, ignoranza e per un falso sentimento di sicurezza nei confronti delle mafie italiane non esiste il reato di associazione mafiosa e non sono ammessi l’uso intensivo delle intercettazioni nei confronti dei mafiosi e la confisca dei loro beni. La Mafia è un fenomeno italiano - così pensano in molti in Germania - e non vedono che la criminalità organizzata italiana si è già saldamente inserita nell'economia della Germania, e non solo nella rete di pizzerie e ristoranti italiani.

Il libro esce censurato!

Sia nell’edizione tedesca che in quella italiana il libro esce in forma censurata. Nel primo capitolo del libro l'autrice descrive le intimidazioni e le minacce che lei e la casa editrice tedesca hanno dovuto subire subito dopo la prima pubblicazione in Germania. Descrive come come l’autorità giudiziaria tedesca, intervenuta su richiesta di certi personaggi italiani ben noti che figurano nelle informative di polizia, nei documenti giudiziari e in numerosi resoconti giornalistici, si è arresa davanti agli avvocati che minacciavano querela se il libro di Petra Reski avesse continuato a essere diffuso con i brani relativi ai loro clienti famosi.

Fa una certa impressione trovarsi in un paese libero e avere in mano un libro come questo (vedi sopra). L’edizione italiana poteva scegliere di eliminare semplicemente queste parti del testo; invece ha deciso di riportare le medesime righe nere sulle parole che contraddistinguono anche le edizioni tedesche. Perché il lettore abbia una chiara immagine del bavaglio con cui il potere mafioso cerca costantemente di ridurre al silenzio il giornalismo più coraggioso.

Chi è Petra Reski?

Petra Reski è nata in Germania, nella regione della Ruhr, ha studiato a Trier, Münster e Parigi e si è laureata in letteratura francese, scienze politiche e sociologia. Ha  iniziato la sua carriera come reporter per il settimanale Stern. Attualmente è corrispondente culturale per Die Zeit e altre testate tedesche, mensili e settimanali, tra cui Geo, Focus, Merian, e ha pubblicato svariati libri. Arrivata in Italia nel 1989 per scrivere un reportage sulla primavera a Palermo, decide di rimanervi “per comprendere quelle che sono le contraddizioni di questa terra anche attraverso la mafia”. Da allora non ha mai più smesso di occuparsene.
Il suo sito è www.petrareski.com

Qui Petra Reski parla del suo libro:

Per ordinare il libro:

Petra Reski:
Santa Mafia
Da Palermo a Duisburg: sangue, affari, politica e devozione

Casa editrice: Nuovi Mondi Edizioni
318 pagine

Clicca qui per ordinarlo

Vedi anche:

Tutte le pagine sulla società, la politica e l'economia tedesca
Il governo, il sistema politico, le elezioni politiche, i mass-media, l'economia, la popolazione, i problemi sociali e molto altro ancora.

Iscrivetevi gratuitamente:

Per essere sempre aggiornati sulle novità!

Indici di tutte le pagine di questo sito:

Sulla Germania e i tedeschi

Sulla lingua tedesca

Sulla letteratura e cultura tedesca

Tutto per il
vostro viaggio
in Germania


La libreria
di questo sito


Corsi di tedesco, eserciziari, grammatiche


Traduzioni professionali



La Germania in Facebook


Dello stesso webmaster sono:

Deutsches Italienportal - www.reise-nach-italien.de

Portale italiano sull'Austria - www.viaggio-in-austria.it