Viaggio in Germania - Come sono i tedeschi?

Il campionato mondiale di calcio 2006 in Germania

Qui i commenti di tutte le partite della nazionale tedesca
durante il campionato mondiale di calcio 2006 in Germania.

Le 12 città dove si sono giocate le partite
del Campionato mondiale di Calcio nel 2006
la cartina e tutte le foto in questa pagina: Wikipedia

Le partite del gruppo A contro Costa Rica, Polonia ed Ecuador

Germania - Costa Rica:  4-2
Germania - Polonia:  1-0
Germania - Ecuador:  3-0

È stato un gruppo relativamente facile, solo la partita contro la Polonia è stata vista con una certa preoccupazione. E proprio quella partita è stata la più sofferta, con il gol decisivo di Neuville al 91° minuto. Le altre due partite sono state più facili: né Costa Rica, né Ecuador hanno avuto la minima chance di vincere. Gli 8 gol della Germania nelle tre partite del gruppo A hanno reso felice il pubblico tedesco che ha festeggiato la loro squadra in modo entusiasta.

Ottavo di finale: Germania-Svezia  2-0

Trenta minuti di calcio al massimo livello con due gol e una raffica di altri tiri pericolosi hanno fatto gioire i tifosi tedeschi e gli spettatori televisivi. La coppia vincente in questa partita è stata Klose-Podolski. I tedeschi hanno giocato con una carica agonistica che ha lasciato pochi spazi agli svedesi e che già dopo pochi minuti aveva messo in chiaro chi era il padrone in campo. Poi, al 35° minuto, lo svedese Lucic si è beccato il cartellino rosso e, paradossalmente, la partita è cambiata.

Sarà perché a questo punto i giocatori tedeschi, credendo già di avere la vittoria in tasca, si sono rilassati, sarà perché non si volevano più stressare troppo in attesa dei quarti di finale. Sarà perché gli svedesi, a questo punto della partita, con uno scatto di orgoglio volevano dimostrare di essere più di un partner di allenamento per i tedeschi. Comunque sia, quando sono rimasti solo in dieci gli svedesi hanno cominciato a giocare meglio, ma non hanno avuto né la forza né l'incisività di mettere in pericolo il risultato.

Nell'ultima mezz'ora della partita anche i tedeschi si sono risvegliati e hanno elaborato altre belle occasioni (tra cui un palo), ma il portiere svedese ha impedito più volte con delle prodezze acrobatiche il terzo gol tedesco.

Tifosi tedeschi (a Moers) dopo il 2-0 contro la Svezia

Quarto di finale: Germania-Argentina  5-3  (1-1 dopo i tempi regolamentari)

Nel primo tempo i tedeschi erano molto nervosi e non riuscivano a impostare bene il loro gioco. Gli argentini sembravano la squadra nettamente superiore, ma nonostante ciò l'unica azione pericolosa è stata della Germania, quando Ballack ha sbagliato di poco un tiro di testa che il portiere argentino non avrebbe mai preso. Così, si è andati in pausa con uno 0-0 e con non poche preoccupazioni per il destino della Germania.

Il primo tempo è stato un po' noioso, ma nella ripresa abbiamo visto una partita movimentata, emozionante e combattuta. Il secondo tempo è iniziato male per la Germania perché già dopo pochi minuti l'Argentina è andata in vantaggio, a quel punto della partita anche meritatamente. Ma poi la squadra tedesca si è svegliata e ha tirato fuori il suo lato migliore: il carattere combattivo e la ferma voglia di non arrendersi mai. Gli attacchi tedeschi si sono fatti sempre più insistenti e pericolosi, mentre gli argentini, pur rimanendo pericolosi, hanno mostrato alla fine evidenti sintomi di stanchezza. Quando Klose nel 80° minuto ha realizzato il pareggio meritato per la Germania la gioia dei tifosi tedeschi è esplosa.

Nei tempi supplementari la partita è rimasta piuttosto veloce con occasioni da entrambe le parti. Ai rigori infine i tiratori tedeschi non ne hanno sbagliato uno, mentre il portiere tedesco Lehmann è diventato l'eroe della giornata: parando due rigori su cinque ha regalato ai tedeschi una vittoria combattuta, ma alla fine meritata, perché hanno dimostrato una grande capacità di recupero, una forza fisica maggiore degli avversari e, alla fine, nervi più saldi.

La semifinale: Germania-Italia  0-2 (0-0 dopo i tempi regolamentari)

118 minuti senza gol, ma neanche un minuto di noia - è stata una grande partita con un gioco veloce e tecnicamente ad alto livello. Con due gol italiani negli ultimi due minuti quando ai tedeschi è cominciata a mancare la forza. Bravi i tedeschi, ma alla fine più bravi gli italiani!

Nei primi 90 minuti si è vista una partita sostanzialmente equilibrata, nel primo tempo sono stati gli italiani ad essere più pericolosi, nel secondo tempo i tedeschi. Chance da gol da entrambe le parti, ma nessuna conclusione.

I tempi supplementari invece cominciano, già nei primi due minuti, con due grosse occasioni per gli italiani: una è finita sul palo, l'altra sulla traversa. I tedeschi hanno risposto attaccando, ma più si andava avanti più ai tedeschi - che hanno affrontato un'altra partita da 120 minuti pochi giorni prima - è mancato il fiato. Gli italiani erano più freschi e i loro attacchi si sono fatti sempre più pericolosi. Al 119° minuto si decide tutto: un bellissimo gol di Grosso e i tedeschi crollano, subito dopo il 2-0 e la partita era finita.

Complimenti a tutte e due le squadre che ci hanno regalato una serata di un calcio bello ed emozionante. Una partita da campioni - peccato che solo una squadra potesse vincere. Il commento più bello a questa partita l'ho letto il giorno dopo in una mail: "Se il calcio fosse sempre così diventerei anch'io un'appassionata di questo sport".

Lo stadio di Berlino, già teatro delle Olimpiadi del 1936, dopo la ristrutturazione.

Il 3° posto: Germania - Portogallo  3-1

I tifosi tedeschi avrebbero certo preferito veder giocare la Germania nella finale, ma l'atmosfera entusiasta nello stadio dal primo all'ultimo minuto ha fatto capire che il pubblico aveva già digerito la delusione della partita persa contro l'Italia.

Chi avrebbe mai pensato, prima dei mondiali, che la Germania sarebbe arrivato a giocare per il terzo posto? Nei sondaggi molti avevano previsto un'entrata negli ottavi di finali, i più ottimisti perfino nei quarti di finale. Ma la squadra tedesca è cresciuta partita dopo partita e ha smentito tutto il pessimismo che si era accumulato nella stampa e nell'opinione pubblica soprattutto dopo il misero 1-4 contro l'Italia, a poche settimane prima dell'inizio dei mondiali.

Tutti gol di questa "finale di consolazione" sono arrivati nella ripresa, dopo un primo tempo con un gioco frizzante e divertente, ma senza segnature. Sono stati tre tiri di Schweinsteiger a decidere. Due direttamente scagliati in porta e uno deviato nella sua porta dal portoghese Petit.

Con questa bella partita la Germania conquista meritatamente la medaglia di bronzo e con 14 gol segnati è anche la squadra più prolifica, piccola soddisfazione per il titolo mancato.

La Germania in altri tornei internazionali:

I commenti a questa pagina:

Finora non ci sono commenti ...

Vedi anche:

Iscriviti gratuitamente alla newsletter:

Tutti i capitoli di www.viaggio-in-germania.de:



Copyright, privacy, contatto
Copyright, privacy, contatto