www.viaggio-in-germania.de

Viaggio in Germania - Letteratura e cultura tedesca

Heinrich von Kleist: "Lettere alla fidanzata"

"Pentesilea" di Heinrich von Kleist
e "Morte di Empedocle" di Friedrich Hölderlin

L’eterno feminino ne “La Marchesa di O"

Kleist: "Lettere alla fidanzata"

J.W. Goethe

Friedrich Schiller

Heinrich von Kleist

E.T.A. Hoffmann

Il viandante nel Romanticismo tedesco

Novalis - vita e opere di un sognatore

Bettina Brentano von Arnim

Gotthold Ephraim Lessing

Heinrich Heine

Theodor Fontane

Oskar Panizza

Adelbert von Chamisso

Ludwig Tieck

Adalbert Stifter

Letteratura
dal 1750 al 1900

Letteratura
dal 1900 al 1945

Letteratura
dopo il 1945

I premi Nobel per la letteratura tedeschi

Il Doktor Faust

I Nibelunghi

Atlante della letteratura tedesca

La Fiera del libro di Francoforte

Archivio di tesi di laurea e di tesine

Heinrich von Kleist: La Marchesa di O...

Heinrich v. Kleist:
La marchesa
von O.


Altri libri sulla letteratura tedesca

Home > Letteratura tedesca > Letteratura (1750-1900) > Heinrich von Kleist > Lettere alla fidanzata

Un invito alla lettura - di Sabrina Bottaro.


Heinrich von Kleist (1777-1811)

"Il pensiero che su questa terra non sappiamo niente, assolutamente niente della verità, che ciò che qui chiamiamo verità si chiama dopo la morte del tutto diversamente e, per conseguenza, lo sforzo di acquistare una proprietà che ci segua anche nella tomba è in tutto vano e sterile, questo pensiero ha dato una scossa al sacrario della mia anima: il mio unico è più alto scopo è crollato, non ne ho più alcuno."
Heinrich von Kleist

Il carteggio di uno scrittore è un cannocchiale che spia più o meno nitidamente la sua vita e arriva in quella contrada fervida del suo animo che l’occhio del biografo ufficiale non può neanche aspirare di avvistare. Nel caso dell’epistolario sentimentale di Heinrich von Kleist, poeta e drammaturgo tedesco attivo a cavallo fra Sette e Ottocento e straordinariamente romantico, ci si trova fra le mani l’universo fisico e sensoriale di un artista straziato da una sensibilità che produce alienazione e non il regolare affanno che il male di vivere può riservare a un poeta.

Chi è Sabrina Bottaro,
l'autrice di questo testo?


Sabrina è laureata in "Lingue e Letterature Straniere". Si interessa di critica letteraria, cinema, letteratura e scrittura creativa. Ha frequentato un corso di formazione editoriale e lavora come insegnante di lingue e come traduttrice freelance.

“Lettere alla fidanzata” è un’opera che colleziona le epistole inviate da Kleist alla sua Wilhelmine von Zenge dall’inizio del 1800 al maggio del 1802, alle quali sono state aggiunte le missive alla sorellastra Ulrike e alla cugina Marie del 1811 quando Kleist aveva ormai rotto il fidanzamento e si accingeva a organizzare il suicidio-omicidio di se stesso e della donna che aveva deciso di seguirlo.

Concentriamoci sulle lettere a Wilhelmine, un folto gruppo di singolari componimenti che oggi possiamo definire “lettere pedagogiche”, ma che all’epoca dovevano essere sembrate assurde alla giovane donna che le aveva ricevute. Si tratta di complicati questionari formulati per addestrare la fidanzata a diventare una moglie e una madre edificante e che sollecitavano la sua risposta (da evidenziare, come sommo campione, le lettere della primavera del 1800 da Francoforte sull’Oder e la seguente del 30 maggio 1800 dallo stesso luogo).

Cos’era il matrimonio per Kleist? Come nasceva il pensiero di un legame indissolubile preceduto da un frustrante fidanzamento nella mente di un geniale poeta, di un pericoloso adoratore? Evidentemente il matrimonio gli dava l’illusione di costruirsi una vita normale, nella quale rifugiarsi quando il peso della sua dirompente creatività gli sarebbe diventato insopportabile. In precedenza, Kleist aveva elaborato “un piano di vita” che prevedeva, fra le varie cose, l’addestramento della donna che avrebbe scelto come moglie oltre che la continua ricerca del sapere; perciò amore e cultura erano due condizioni reali e fondamentali per raggiungere la completa felicità, secondo Kleist. Ma sappiamo come andò a finire. Dalle lettere si desumono facilmente le aspirazioni utopistiche del visionario Kleist di costruire un’isola felice e, quando Wilhelmine si rifiutò di seguirlo in questo progetto, egli la congedò per sempre. In seguito Kleist conobbe una certa Henriette Vogel, una donna sposata e malata terminale che gli chiese di ucciderla e lui, per concretizzare finalmente un gesto che avrebbe realizzato il suo ideale di vita, ovvero la morte, accettò con soddisfazione. Condusse dunque Henriette sulle rive del lago Wannsee vicino Potsdam e sparò un colpo di pistola alla donna e poi uccise sé stesso.

Si è voluto segnalare l’epistolario dell’inquieto Kleist per due motivi. Il primo è relativo alla sua biografia: si può conoscere a fondo l’anima di un poeta soltanto attraverso le sue parole su se stesso. Il secondo, ben più originale, risiede nella sensazione di imminente catastrofe che impregna le lettere, dalla prima all’ultima, coscienza di una tragedia annunciata che non ha niente a che vedere con la vita reale di uno scrittore.

Sabrina Bottaro

Vedi anche:

Arte, cultura, musica, cinema e filosofia - made in Germany
La pittura tedesca, il cinema che parla tedesco, la filosofia da Paracelso a Lutero a da Nietzsche a Freud. La musica da Mozart e Beethoven fino alla musica rock, pop e techno di oggi. Scambi culturali italo-tedeschi.
[capitolo]

Tutte le pagine sulla letteratura tedesca
Da Goethe e Schiller a Grass e Böll. Dai Nibelunghi al Dottor Faust. Dalla fiera dei libri a Francoforte al Projekt Gutenberg.
 [capitolo]
Archivio di tesi di laurea e di tesine
Tesi su Lingua, letteratura, cultura e storia tedesca. [capitolo]

Iscrivetevi gratuitamente:

Per essere sempre aggiornati sulle novità!

Indici di tutte le pagine di questo sito:

Sulla Germania e i tedeschi

Sulla lingua tedesca

Sulla letteratura e cultura tedesca

La libreria
di questo sito


Libri in tedesco
da amazon.de


Libri in tedesco
da webster.it


Libri usati e d'antiquariato


Traduzioni professionali


250 biglietti da visita - gratis


Tutto per il
vostro viaggio
in Germania



La Germania in Facebook


Dello stesso webmaster sono:

Deutsches Italienportal - www.reise-nach-italien.de

Portale italiano sull'Austria - www.viaggio-in-austria.it