www.viaggio-in-germania.de

Viaggio in Germania - Le città e regioni più belle

Lavorare in Germania come insegnante di tedesco

Trovare lavoro in Germania -
come farlo?

Eurocultura: lavoro, studio, stage all'estero

Lavorare in Germania d'estate

Lavorare in Germania: indirizzi utili

Rappresentanze diplomatiche

Il mio stage aziendale in Germania

Lavorare in Germania come insegnante di italiano

Si vive meglio in Italia o in Germania?

Fare l'Erasmus ad Aquisgrana (Aachen)

Conoscere Wiesbaden - con il programma Erasmus

Le università in Germania

Trovare lavoro in Austria

Le università in Austria

Germania. Guida illustrata. Mondadori

Mondadori:
Guida della Germania


Altre guide sulla Germania

Home > Studiare e lavorare in Germania > Insegnare l'italiano in Germania

Per dodici anni Pia Secci ha vissuto in Germania e ha lavorato come insegnante di italiano a Düsseldorf, Norimberga e Monaco di Baviera. Qui racconta le sue esperienze.


Pia Secci

Tutto cominciò nell’ottobre del 1982...
in un piccolo paesino umbro quando per puro caso feci la conoscenza di un ragazzo tedesco che poi è diventato mio marito. Un amore a prima vista che avrebbe cambiato completamente la mia vita. Allora io ero una studentessa all’Università di Perugia che frequentava la facoltà di Lingue e Letterature straniere e mio marito faceva parte di un gruppo di 5 studenti che affascinati dalla bellezza delle campagne umbro-toscane erano venuti in Italia con un pugno di soldi e con un unico sogno: comprare un rustico, restaurarlo con le loro proprie mani e vivere a diretto contatto con la natura e la cultura italiana. Allora era facile realizzare questi sogni! Le campagne dell’Umbria e della Toscana erano piene di case coloniche, abbandonate dai contadini alla fine degli anni sessanta, quando molti di loro avevano scelto di lasciare per sempre la dura e povera vita di campagna per una vita di città che gli offriva salari sicuri e una vita più dignitosa. La casa comprata da questi 5 studenti tedeschi si trova in un piccolo comune in provincia di Perugia a pochi passi dalla casa dove abitavo io e dove ancora ci abita la mia famiglia.

Pochi mesi dopo quell’incontro casuale...
era nata una grande storia d’amore che mi avrebbe portato in breve tempo a vivere in Germania ed esattamente a Düsseldorf. Il mese di marzo del 1984 segnò l’inizio di questa avventura che era stata scritta nel libro del mio destino.

I primi mesi furono molto difficili per me, l’ostacolo più arduo da superare era sicuramente quello linguistico. Pur avendo studiato tedesco all’università di Perugia, le innumerevoli nozioni grammaticali e le poche ore di conversazione non mi permettevano di comunicare con la gente, a volte mi sentivo incapace e stupida e pensavo: “tu non imparerai mai questa lingua”! Mi sbagliavo perché dopo circa un anno tutto era cambiato.

Per poter finanziare la mia esistenza...
cominciai a cercare dei lavoretti come baby-sitter o come colf. Feci alcune inserzioni nei giornali locali e ricevetti diverse telefonate. Decisi di andare da una signora che abitava nelle vicinanze e che aveva bisogno di una ragazza che l’aiutasse nei lavori di casa. Non dimenticherò mai quel giorno perché questo secondo incontro causale avrebbe dato una svolta decisiva alla mia vita che dura tutt’ora. Mi ricordo che ero molto emozionata e che mi preoccupava soprattutto il fatto di non potermi esprimere correttamente in tedesco. Fu un colloquio molto interessante e positivo! Avevo fatto un’impressione così buona su di lei che decise per il mio bene di non darmi quel lavoro. Ecco le sue testuali parole:
“Questo lavoro non fa per una personalità così versatile, aperta e promettente come la sua. Io per Lei avrei qualcosa di più interessante, qualcosa che Le dia la possibilità di essere a contatto con la gente”. Ero senza parole.

Questa signora era un’insegnante della VHS ("Volkshochschule" - un tipo di scuola serale per adulti) e mi disse che sarebbe stato facile per me ottenere un lavoro alla VHS come insegnante d’italiano. L’idea mi piacque subito e così con il suo aiuto presentai la mia domanda presso diverse scuole e due mesi dopo ero già diventata un’insegnante d’italiano!

Il ricordo di quel primo giorno...
è ancora vivo nella mia mente: trovarsi davanti ad una classe di principianti ansiosi di conoscere e d’imparare la mia lingua , una lingua che suonava alle loro orecchie così musicale ma nello stesso tempo così incomprensibile! Le mie prime parole per rompere il ghiaccio furono: “buona sera, io sono la signora Pia Secci” e loro tutti in coro risposero “Buona sera signora Pia Secci!”

Come trovare un lavoro come insegnante di italiano in una VHS o in un'altra scuola?

- non ha senso fare domanda per lavorare in una scuola tedesca se non abitate in Germania. Come scrive anche Pia, l'impressione personale che hanno di voi è molto importante per una eventuale assunzione,

- se non parlate tedesco sarà molto difficile, se non impossibile,

- serve un titolo di studio, possibilmente una laurea in lingue,

- se avete già delle esperienze di insegnamento avete senz'altro delle possibilità migliori,

- dovete sapere che prima di trovare un lavoro come insegnante può passare anche parecchio tempo in cui dovete guadagnarvi da vivere in un altra maniera,

- è vero che in Germania un insegnante guadagna di più, ma uno o due corsi di italiano non bastano certo per vivere, dovete essere disponibili di fare anche altri lavori, p.e. traduzioni, baby-sitter etc.,

- nessuno vi assume come insegnante se non siete disposti di rimanere in Germania per almeno 4-6 mesi,

- prima di andare in Germania informatevi bene. Vi consiglio "Eurocultura" che da più di dieci anni aiuta a trovare opportunità di lavoro e di studio, stage e volontariato all'estero,

- un elenco di tutte le sedi della VHS trovate qui: www.vhs.de

Dal quel giorno sono passati quasi 25 anni...
e ho svolto questa attività con grande passione e slancio e ho sempre cercato di trasmettere questo entusiasmo ai miei studenti. Durante questi anni ho accumulato tanta esperienza nel settore dell’insegnamento, ho conosciuto centinaia di persone interessanti e simpatiche, molte delle quali sono diventati dei carissimi amici. Uno di loro, Andreas, è diventato addirittura il marito della mia sorella gemella che allora viveva ancora in Italia e che ora vive con la sua famiglia a Düsseldorf, la città dove è cominciata la mia avventura tedesca!

Se dovessi dare un giudizio sulla mia esperienza lavorativa in Germania...
devo dire che il fatto di aver lavorato come insegnante d’italiano mi ha tenuta in un certo senso lontana dai problemi di molti immigrati, quelli dell’ integrazione e dell’ inserimento dignitoso nel tessuto sociale. Quello che voglio dire è che attraverso il mio lavoro ho avuto la fortuna di incontrare e conoscere molte persone che proprio grazie al loro amore per l’Italia, per la sua lingua, per la sua cultura e per le sue bellezze naturali nutrivano una grande ammirazione e un atteggiamento molto positivo nei confronti del mio paese. Loro vedevano in me una rappresentante di questo mondo a volte troppo idealizzato. Devo dire quindi che il mio rapporto con i tedeschi è stato molto buono, mi sono sentita sempre rispettata e ben voluta. Ricordo con un po' di nostalgia quando soprattutto prima di Natale molte delle signore che frequentavano i miei corsi mi portavano in regalo biscotti e dolcetti natalizi fatti in casa e mi dicevano “un piccolo regalo per la nostra brava e simpatica insegnante”. Alla fine di ogni semestre era quasi una tradizione andare a mangiare in uno dei tanti ristoranti italiani ed erano sempre delle serate molto allegre e divertenti. Da non dimenticare sono anche i miei bellissimi viaggi che ho fatto con diversi gruppi in Sardegna, l’isola dove sono nata e dove ho lasciato il mio cuore, e in Umbria, il cuore verde d’Italia, dove sono cresciuta e dove come ho già raccontato ho conosciuto mio marito.

Dopo aver trascorso 12 anni bellissimi ed intensi in Germania...
che mi hanno portato da Düsseldorf a Norimberga ed in fine a Monaco di Baviera, vivo a Verona e lavoro come insegnante d’italiano... cos’altro potrei fare?

Lavorare come insegnante d’italiano in Italia...
è senza dubbio molto più efficace ed interessante che in Germania. Qui gli studenti sono a diretto contatto con la realtà italiana in tutti i suoi aspetti che vanno dal campo visivo a quello linguistico-culturale, tutte le nozioni grammaticali possono essere messe subito in pratica, parlando ed ascoltando la gente fa una sorta di immersione totale. La motivazione è molto alta e i risultati sono straordinariamente buoni. Posso dire con certezza che quello che gli studenti imparano in Germania durante un semestre qui in Italia riescono a farlo in una settimana!

Il grande svantaggio di essere un’ insegnante in Italia...
è, ahimè, quello economico. Gli stipendi percepiti dagli insegnanti italiani sono tra i più bassi in Europa e questo posso confermarlo in prima persona. Facendo il confronto fra un’ora d’insegnamento in Germania e una in Italia va subito detto che la differenza è talmente incredibile che quando sono venuta a Verona per me è stato un vero e proprio shock. Abituata ai buoni salari tedeschi (circa 45€ all’ora) mi sono dovuta adattare e accontentarmi di 15€ all’ora! Non è stato facile fare un passo indietro ma come si suol dire:
“I soldi non sono poi tutto!”

Pia Secci

Vedi anche:

Studiare e lavorare in Germania, Austria e Svizzera
Pagine indispensabili per chi vuole andare in questi paesi non solo come turista. [capitolo]
Offerte di lavoro in Italia per chi sa la lingua tedesca
Chi sa il tedesco ha una marcia in più. Qui trovate sempre delle offerte aggiornate per chi sa il tedesco e altri link che possono essere utili.

Iscrivetevi gratuitamente:

Per essere sempre aggiornati sulle novità!

Indici di tutte le pagine di questo sito:

Sulla Germania e i tedeschi

Sulla lingua tedesca

Sulla letteratura e cultura tedesca

Tutto per il
vostro viaggio
in Germania


La libreria
di questo sito


Corsi di tedesco, eserciziari, grammatiche


250 biglietti da visita - gratis

Traduzioni professionali online



La Germania in Facebook


Dello stesso webmaster sono:

Deutsches Italienportal - www.reise-nach-italien.de

Portale italiano sull'Austria - www.viaggio-in-austria.it