Archivio online di tesine e tesi di laurea

L'emigrazione italiana in Germania
sulle colonne de "Il Corriere d'Italia" 1955-1973

Tesi di laurea di Tazio Brusasco.
Se l'argomento vi interessa e se volete leggere l'intera tesi
potete mettervi in contatto con l'autore.

Si parte per la Germania...
Foto: Wikipedia

Informazioni generali:

Titolo della tesi:
L'emigrazione italiana in Germania sulle colonne de "Il Corriere d'Italia"
1955-1973

Autore della tesi:
Tazio Brusasco

Laurea conseguita a:
Università degli Studi  di Torino – Facoltà di Lettere e Filosofia –
corso di Laurea Specialistica in Antropologia culturale ed etnologia

Anno di presentazione della tesi:
2008

Abstract della tesi:

Questo lavoro ripercorre la vicenda del lungo e tortuoso percorso di integrazione compiuto dagli italiani emigrati in Germania nella seconda metà del Novecento. Come studiare un simile percorso? Di quali strumenti avvalersi? Quale metodologia di ricerca adottare? Proprio un emigrato italiano, durante un soggiorno in Germania, mi ha citato Il Corriere d’Italia, di cui si diceva lettore da anni. Il Corriere d’Italia è un periodico destinato ai migranti italiani edito in Germania - in lingua italiana - dal 1951. La pubblicazione è sorta nell’ambito delle missioni cattoliche che seguivano e accompagnavano i migranti all’estero favorendone, tramite le sedi e le rappresentanze ecclesiastiche locali, l’ambientamento, l’apprendimento della lingua e l’inserimento socio-lavorativo e mantenendone, nel frattempo, salda anche la fede e la coerenza religiosa.

Un’indagine, dunque, sulla coralità della comunità italiana emigrata in Germania e il tentativo di monitorare un fenomeno dinamico e proteiforme quale un percorso di contatto, confronto e conoscenza tra due culture differenti.

Il giornale mi ha consentito di “entrare” in questo processo, quasi in medias res, e di ripercorrere la strada compiuta dai nostri connazionali che emigravano nella Germania federale (perché di Germania federale si parla, e non della Repubblica Democratica Tedesca DDR, che ha vissuto in quegli anni, anche sotto questo aspetto, un’altra storia) prevalentemente tra il 1955 – anno della sigla del primo Accordo ufficiale italo-tedesco per il reclutamento di manodopera e l’Anwerbestop del 1973 seguito alla crisi petrolifera del 1973.

Per ricostruire e descrivere questo processo, ho inteso suddividerlo e analizzarne aspetti differenti: mi sono inizialmente concentrato sulle condizioni lavorative che trovava chi arrivava in Germania, per analizzare in seguito quelle abitative. Mi sono poi soffermato - adottando una prospettiva di genere - sulla condizione delle donne che emigravano, molto spesso per seguire i propri mariti, e anche di quelle che erano invece costrette a restare in Italia, senza poter però divorziare né potersi risposare. Ho poi indagato, in un’ottica diacronica, anche la vicenda delle seconde generazioni e ho infine analizzato i pregiudizi e gli stereotipi reciproci emersi nel corso degli anni tra la comunità tedesca e la minoranza italiana immigrata.

Tramite questo studio ho dunque potuto riscontrare “sul campo” come l’integrazione non sia mai un processo lineare, graduale, omogeneo e ordinato che tende asintoticamente alla sua propria realizzazione, quanto piuttosto un processo fatto di scarti improvvisi, di attriti fortissimi così come di sorprendenti balzi in avanti. Gli uomini, la cultura, la società e - come ho qui cercato di mostrare - la letteratura, possono giocare un ruolo determinante nel rendere questo percorso il meno tortuoso e il più proficuo possibile.

Per mettersi in contatto con l'autore di questa tesi:

Prima di inviare la vostra richiesta vi invito a leggere le note sul copyright (vedi sotto). Nella vostra richiesta dovete indicare:
  • nome e cognome
  • città di residenza
  • perché siete interessati all'argomento della tesi?
  • qual è la vostra richiesta? (invio dell'intera tesina / consulenza su un argomento simile / informazioni bibliografiche etc)
  • che avete letto ed approvato le note sul copyright
Richieste con informazioni incomplete o con motivazioni insufficienti possono anche essere respinte.

Note sul copyright:

L'utilizzo di questo "Archivio di tesi e tesine" è gratuito ma vanno, in ogni caso, rispettati i diritti d'autore (copyright). Le cose più importanti da ricordare sono:
  • Tutte le tesi e tesine sono tutelate dal copyright, a meno che l'autore non indichi esplicitamente il contrario.
  • Se volete riprodurre (su carta o in internet) un intero testo o parti consistenti di esso, non basta citare la fonte: dovete sempre chiedere il permesso dell'autore.
  • Se volete invece citare solo dei brevi passaggi, potete farlo purché indichiate l'autore e la fonte e lo facciate a scopo di studio e documentazione e non a scopo commerciale.
  • Ogni violazione del copyright è reato e può essere punita secondo le leggi in vigore.
  • Copiare un testo e ripubblicarlo (anche solo parzialmente) da un'altra parte in internet è molto facile, ma è altrettanto facile scoprire un testo rubato in questa maniera: ci sono dei motori di ricerca specializzati che scovano il plagio in cinque secondi.

Per fare la vostra richiesta:

Vedi anche:

Iscriviti gratuitamente alla newsletter:

Tutti i capitoli di www.viaggio-in-germania.de:

Traduzioni professionali



Dello stesso webmaster sono:

www.reise-nach-italien.de - Deutsches Italienportal
www.viaggio-in-austria.it - Portale italiano sull'Austria

Copyright, privacy, contatto