Viaggio in Germania - Le città e regioni più belle

Il cielo sotto Berlino

Condividere su Facebook
Articolo di Daniele Brina.

Il Museo "Berliner Unterwelten" alla fermata della metropolitana "Gesundbrunnen".
Foto: Video2005. Tutte le altre foto in questa pagina: Berliner Unterwelten e.V.

Berlino - più la vedi più te ne invaghisci:

Berlino, più la vedi più te ne invaghisci: una città che pulsa, vitale, frenetica, dove si incrociano e si sovrappongono passato, presente e un assaggio di futuro. Durante la mia ennesima visita la capitale si è mostrata in un altro dei suoi straordinari e sorprendenti volti: quello sotterraneo.

Alla scoperta di una Berlino segreta e nascosta

Ed è così che da un ingresso accanto alle scale mobili di una stazione della metropolitana ci si può trovare davanti ad una Berlino segreta, nascosta, coperta. Punto di partenza è la fermata U-Bahn di Gesundbrunnen sulla linea U8 a Wedding, situata al 105 di BrunnenStraße. Lì l’Unterwelten-Museum vi porta a scoprire e studiare il mondo sotterraneo di Berlino. Un autentico capolavoro ingegneristico di canali, tunnel, stanze e condotti in grado di collegare a mo’ di ragnatela l’intera città.

I locali, le cui pareti sono state verniciate con solfato di zinco per attenuare l’oscurità, sono numerosi e vengono considerati dei veri monumenti. La Berliner Unterwelten è un’associazione culturale nata nel 1997 che conta circa 500 soci e gestisce sia l’Unterwelten-Museum sia altri luoghi d’importanza storica della capitale tedesca. All’interno del sotterraneo, gli spazi passano da vecchi depositi delle fabbriche di birra, a reti di posta pneumatica, da rifugi antiaerei e bunker antiatomici, a strade, metropolitane, tranci di binari ferroviari oltre a tunnel costruiti per tentare disperatamente di abbandonare la vecchia Ost Berlin.


Corridoio d’ingresso ad uno dei bunker della Seconda guerra mondiale,
attraversato durante una delle visite guidate e collocato sotto la stazione U-Bahn
di Gesundbrunnen. In questi ambienti claustrofobici si rifugiavano i cittadini di Berlino
durante le numerosissime azioni di bombardamento.
Alle parete scatti e immagini documentaristici d’epoca sui sotterranei berlinesi.

Si scopre così attraverso la visita e i numerosi tour guidati che già a metà Ottocento Berlino iniziava la sua espansione sotterranea a partire proprio dalla creazione di depositi adibiti alla fermentazione della birra (la famosa Lager). La linea del tempo si sposta e intorno al 1865 cominciava la costruzione di una rete di posta sotterranea atta a soddisfare l’urgente necessità comunicativa di una società in rapida trasformazione, ovvero quella di una neonascente realtà industriale. La tecnologia fece il resto: trasporto ferroviario urbano e suburbano con metro, binari, stazioni, che nei primi del Novecento già si aggiungevano alle altre attività sotterranee. Si passa poi ai bunker eretti durante la dittatura nazista per proteggere i civili durante il secondo conflitto mondiale e ancora quelli antiatomici creati nel periodo della divisione della città e ai relativi tunnel. Le cose da vedere sono talmente tante e spaziano in un raggio così ampio che la Berliner Unterwelten ha deciso di costituire diversi tipi di tour e percorsi.

Labirinti di scale, corridoi e stanze scendono e si inerpicano tra i vani
con passaggi che collegano i vari luoghi sotterranei. Il cemento e le pareti
che circondano il percorso alimentano il senso di angoscia ed inquietudine.

Dove soggiornare a Berlino?

Hotel e pensioni a Berlino
Scegliete tra più di mille hotel
e pensioni a Berlino
Appartamenti e case di vacanza a Berlino e dintorni
Appartamenti e case di vacanza
a Berlino e dintorni

I percorsi attraverso la Berlino sotterranea

Il primo esplora proprio uno dei pochissimi bunker risalenti alla seconda guerra rimasti pressoché intatti. Al suo interno si rievoca l’ansia e la tensione dei momenti peggiori vissuti dai berlinesi circa settant’anni or sono. Vi è anche una mostra con alcuni resti e artefatti risalenti proprio agli anni Trenta e Quaranta con fotografie d’epoca di altri luoghi sotterranei e addirittura oggetti trovati tra le macerie.

Un secondo tour riguarda una fortezza antiaerea progettata dal Führer in persona dopo un primo violentissimo attacco britannico. Il viaggio ripercorre alcuni livelli rigorosamente originali della torre di Humboldthain, un rifugio militare che riuscì però a salvare la vita a molti civili tedeschi.

 
Le immagini qui riportate fanno parte di una visita guidata,
denominata "Auf den Spuren der U-Bahnlinie D" ovvero sulle tracce della linea D U-Bahn.
La stazione di transito di Moritzplatz su questo tragitto fu convertita in rifugio antiaereo.
Quella di Orianenplatz diventò una delle famigerata "Geisterbahnhöfe", le stazioni fantasma
che durante il periodo della divisione cittadina furono chiuse, interrompendo così
il servizio nel settore orientale della linea. È un'autentica testimonianza di come
la storia di Berlino passi anche per la storia dei suoi trasporti e dei suoi collegamenti.

Il terzo tour è interamente dedicato alla guerra fredda, tra rifugi antiatomici ricostruiti ad hoc, sintomo di un periodo in cui il terrore per un conflitto nucleare era imperante. Oltre a ciò una mostra ripercorre gli argomenti di una Berlino spezzata, in particolar modo con informazioni sulle Geisterbahnhöfe, le stazioni della Untergrundbahn e della Stadtschnellbahn chiuse al pubblico dal 1961 al 1989. Il viaggio poi prosegue e le guide conducono fino a Pankstraße dove viene illustrato il funzionamento di un moderno bunker antiatomico.

Un altro itinerario è quello dei tunnel della libertà, ovvero quei cunicoli costruiti nei vari tentativi di fuga dalla DDR. Dopo la costruzione del Muro qualcuno tentò di fuggire sottoterra, ma i canali esistenti furono interrotti o vigilati dai Vopos (VolksPolizei). Si conta che tra il 1961 e il 1989 furono realizzati circa settanta cunicoli grazie ai quali, si stima, circa trecento persone riuscirono a raggiungere la zona ovest. Da un rifugio della protezione civile, sito sempre nella stazione di Gesundbrunnen, le guide parlano della Ost Berlin e della Stasi, la terribile polizia che avrebbe dovuto garantire in linea teorica la sicurezza dello Stato socialista. La Berliner Unterwelten attraverso numerose testimonianze dei principali costruttori e/o artefici dei vari tunnel che tentavano di collegare l’est con l’ovest è riuscita a riprodurne un modello. Centro nevralgico del tour non poteva essere che la Bernauer Straße, dove si concentrarono i maggiori progetti di fuga dalla zona orientale a quella occidentale.

Questo scatto riguarda un particolare tour, quello della discesa nella torre antiaerea
di Humboldthain, un rifugio militare ma anche civile. In piccoli gruppi si scende
verso questa cavità della terra che appare come un cumulo di rovine.
Il percorso è riservato ai maggiorenni e necessita di speciali attrezzature di sicurezza
per la discesa oltre che ad un abbigliamento pesante.

Una nuova dimensione di Berlino

Vien da pensare che Damiel e Cassiel, i due angeli del film "Der Himmel über Berlin" (Il cielo sopra Berlino) di Wim Wenders, ora potranno amare ed ammirare Berlino e i berlinesi oltre che dall’alto, anche scavando sotto la storica superficie urbana dove un mondo nuovo, una sorta d’ignoto "cielo sotto Berlino", quello sotterraneo appunto, è stato appena spalancato.

Per saperne di più

Per dettagli più precisi sugli orari e i costi dei tour nelle varie lingue, oltre ad approfondimenti informativi, è possibile consultare il sito: http://berliner-unterwelten.de/ (in lingua italiana)
Testo: Daniele Brina

Il Muro di Berlino - tour guidati in bici o a piedi:

Muro di Berlino: tour a piedi
Cliccate sull'imagine del Muro
e inserite nel campo di ricerca "Muro di Berlino"

Potrebbero interessarti anche:

Viaggi a Berlino low-cost:

Low cost a Berlino
Partenze da Milano, Trento e Bolzano
Low cost a Berlino, da Milano e da altre città italiane
Partenze da molte città italiane

Per agevolare la vostra visita:

Trasferimenti in taxi da e per gli aeroporti di Berlino
Trasferimenti in taxi
da e per gli aeroporti di Berlino
Berlin-Pass
Mezzi di trasporto e oltre 45 musei gratuiti,
in più molte altre agevolazioni

Prenotare online i biglietti per saltare le code:

Per evitare le code davanti ai musei
Alte Nationalgalerie - DDR Museum
Hamburger Bahnhof - Altes Museum
Neues Museum - Museo di Pergamo
Dahlen Museums - Bode Museum
Per visitare le attrazioni di Berlino
Hop on Hop off Bus - Escursione a Potsdam
Duomo di Berlino - Torre della Televisione
Checkpoint Charlie -Museo dei videogiochi
Legoland - Madame Tussauds

Guide turistiche e carte stradali di Berlino:

Berlino - Mondadori  Berlino per squattrinati  Berlino - National Geografic  Top 10 Berlino  101 cose da fare a Berlino almeno una volta nella vita 

Altre guide, carte stradali e depliant turistici:

Guide della Germania
Germania
Guide della Baviera
Baviera
Depliant turistici sulla Germania
Depliant
Guide turistiche di altri paesi, libri di viaggi
Guide di altri paesi

Info e servizi utili:

Voli in Germania
Noleggio auto in Germania
Codice stradale della Germania
Com'è il tempo in Germania?
Offerte vacanze lastminute

Commenta questa pagina:

Finora non ci sono commenti ...
Aggiungi un commento   Clicca qui per aggiungere un commento

Germania-Shop:

La Germania in Facebook:

La Germania in Facebook
Un gruppo di discussione molto vivace e simpatico.
Iscrivetevi e partecipate!

Scopri tutte le altre pagine su:

Berlino - capitale della Germania
Tutte le città e regioni della Germania

Consigli:

Impara il tedesco facilmente, online e su dispositivi mobili.
Registrati ora e prova gratuitamente babbel.com
Traduttori madrelingua

Iscriviti gratuitamente alla newsletter:

Newsletter: per essere sempre aggiornati sulle novità!

Tutti i capitoli di www.viaggio-in-germania.de:

Tutte le città e regioni della Germania  Tutti i servizi per il vostro viaggio in Germania  Società, politica ed economia  Come sono i tedeschi?  Vivere e lavorare in Germania
Lingua tedesca  Letteratura tedesca  Arte, cultura, filosofia, scienza  Cinema tedesca  Musica tedesca  Storia della Germania  Germania-Shop

Copyright, privacy, contatto